Realizzare un timelapse 360 gradi 4K con Ricoh Theta S

Quando ho acquistato la Ricoh Theta S non erano moltissime le telecamere in grado registrare video interamente a 360 gradi. A dire il vero ce ne era solo una, la Ricoh Theta S, appunto. Non essendo una telecamera dalle molteplici funzionalità, anzi, dalle features piuttosto ridotte, bisogna giocare di ingegno per realizzare cose interessanti.
Ecco dunque come realizzare un timelapse 360 gradi con Ricoh Theta S.

Raccolta delle immagini

La Ricoh Theta S non prevede una funzione Timelapse, ed è in grado di registrare video solamente in qualità HD, il che come abbiamo visto negli articoli precedenti, porta ad una risoluzione effettiva piuttosto scarna. Tuttavia possiede una comoda funzione di fotografia ad intervalli. La Ricoh Theta S può scattare una fotografia a 360 gradi di 5 megapixel dopo l’altra, con un intervallo minimo di 8 secondi (per via del tempo di elaborazione della singola immagine), fino ad un totale di 200 scatti automatici.
Un video in timelapse non è altro che, appunto, una serie di fotogrammi catturati dalla medesima posizione ad intervalli di tempo variabili, messi in fila per creare l’effetto di accelerazione temporale. Secondo questo principio, dunque, la Ricoh Theta S ci consente di catturare 200 scatti, a 8 secondi l’uno dall’altro, che messi in fila creeranno un filmato della durata di circa 8 secondi, che copre un arco temporale di più o meno 20 minuti (il tempo necessario per scattare una foto ogni 8 secondi fino ad averne 200), e dalla qualità video nientemeno che 4K.

Tutto ciò che va fatto dunque è posizionare la nostra Ricoh Theta in un angolo interessante, trovare una posizione da cui poterla tenere d’occhio senza risultare invasivo nell’inquadratura (ricordiamo che il campo visivo della Ricoh Theta S non ha punti nascosti), e attraverso L’APP del nostro smartphone impostare gli scatti intervallati come specificato sopra, e  dare l’invio.

Sulla Timeline

Quale che sia il programma di montaggio che si utilizza, il procedimento è lo stesso. Prima di tutto bisogna importare nella library tutte le nostre foto, avendo cura di tenerle separate in base alla location, casomai si fossero realizzate più sessioni di ripresa in luoghi diversi.

A questo punto bisogna creare la nostra sequenza (o progetto o timeline) lasciando decidere le dimensioni del quadro in base al primo fotogramma inserito.  Questo passaggio è fondamentale perché bisogna assolutamente evitare di dover modificare manualmente i fotogrammi per adattarli ad un’altra dimensione, operazione che potrebbe causare la mancata copertura totale del campo di ripresa, e la presenza di misteriosi “buchi” nella nostra sfera.
Dalla prima all’ultima, le foto vanno posizionate sulla timeline, ciascuna per la durata di un singolo fotogramma. Per evitare di modificare le singole durate di ogni singolo fotogramma, con Final Cut X io mi limito a selezionare tutte le clip in timeline, cliccare sopra con il tasto destro, selezionare Change Duration, e impostare 1 frame.

Ripetere l’operazione per tutti i panorami che avete registrato e procedere all’export.

Esportare il video Timelapse a 360 gradi

Se la nostra intenzione è di pubblicare il nostro video timelapse 360 gradi su Youtube, bisogna rispettare delle specifiche particolari. Il nostro video va esportato secondo le seguenti caratteristiche:

  • Dimensione: 3840 X 2160 Pixel
  • Framerate:    30Fps
  • Container:     MP4

Il Bitrate dovrebbe essere piuttosto alto, per mantenere la qualità del video, io l’ho impostato a 20.000 Kb/s.

Una volta esportato il video con tutte le caratteristiche corrette, prima di caricarlo su YuoTube bisogna “iniettare” al suo interno i metadati necessari a far capire al sistema di visualizzazione di Youtube che si tratta di un video a 360 gradi, come spiegato nel precedente articolo.

Caricamento

A questo punto non resta che caricare il video sul nostro canale, e Youtube dovrebbe fare il resto. A volte il sistema necessita di qualche minuto prima di rendere disponibile il video nella sua effettiva risoluzione 4k, ma nell’arco di una mezz’ora dovrebbe essere pronto.

 

 

Share your thoughts